Categorie
Blog

Perché YamYam?

Perché realizzare una app come YamYam? Proverò a spiegarlo.

Il mio lavoro, che amo tantissimo, mi costringe ad un tragitto in auto di 250km al giorno per raggiungere la sede della mia azienda. Lo so, sono tanti chilometri, sia in termini di tempo alla guida, sia in termini di costi di carburante e di usura della vettura.

Per ridurre i costi e la fatica della guida, nel corso degli anni ho formato un gruppetto di persone, poi diventate amici, con in comune un tratto di strada come fanno chiaramente in tanti e con lo stesso obiettivo. E quindi, come è ovvio, ci si alterna nell’utilizzo della vettura.

Tutto qui? Niente affatto! 😊

In realtà, come è noto, non è affatto semplice condividere l’auto in modo sereno e soprattutto duraturo. Se l’obiettivo è ridurre i costi sul bilancio personale, è evidente che ci sarà molta attenzione nel raggiungerlo talvolta in modo puntiglioso; perché, diciamocelo, in fondo condividere l’auto è sicuramente vantaggioso, ma tra ritardatari abituali e assenti saltuari, a volte è proprio difficile tenere il conto.

E così dopo vari tentativi e soprattutto molti chilometri, ho sviluppato e affinato un metodo infallibile per alternarsi alla guida che tenesse conto delle situazioni in cui uno o più membri dell’equipaggio sono assenti, e bisogna comunque determinare chi è che deve guidare. Il tutto facendo in modo che nel lungo periodo il numero di guide sia suddiviso equamente fra i membri dell’equipaggio.

All’inizio il metodo era cartaceo! Avevamo un quadernino sul quale segnavamo le corse – sì lo so, tutto ciò è molto antidiluviano – poi siamo passati ai messaggi su smartphone; ma anche comporre i messaggini dopo un po’ è diventato frustrante e quindi mi sono detto: semplifichiamo ulteriormente il metodo per portare il conto di chi debba guidare oggi.

E questo metodo l’ho tradotto in YamYam. Vuoi provarla? Scaricala qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *